Comunicati Stampa

AL VIA LA COLLABORAZIONE TRA BUONA – STEVE JONES E CENTRO PER L’ARTE CONTEMPORANEA LUIGI PECCI DI PRATO PER IL PROGETTO “PRIMI MILLE GIORNI D’ARTE”

AL VIA LA COLLABORAZIONE TRA BUONA - STEVE JONES E CENTRO PER L’ARTE CONTEMPORANEA LUIGI PECCI DI PRATO PER IL PROGETTO “PRIMI MILLE GIORNI D’ARTE”

Il progetto pensato per contribuire al benessere delle donne in gravidanza e dei neo genitori con i loro bambini attraverso il potere creativo e generativo dell’arte contemporanea

 

Sesto Fiorentino, 17/11/2021 – Dall’accordo di collaborazione tra Buona Steve Jones, Società di Sesto Fiorentino leader nello sviluppo e nella commercializzazione di integratori alimentari, dispositivi medici ed alimenti per l’infanzia, e il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci con sede a Prato, nasce il progetto dal titolo “Primi mille giorni d’arte. L’arte a misura delle future mamme e dei neo-genitori”.

L’iniziativa, che prenderà il via a dicembre, e sarà rivolta alle donne in gravidanza e ai neogenitori con i loro bambini, intende contribuire al benessere di grandi e piccini grazie alla sperimentazione attiva del potere creativo e generativo dell’arte contemporanea, con l’obiettivo di offrire un’occasione di scambio, relazione, espressione e consapevolezza attraverso l’arte stessa.

Le attività presso il Museo, co-progettate da un team di lavoro interdisciplinare, saranno condotte da un’educatrice museale e esperta di accessibilità che accompagnerà i gruppi attraverso esperienze di gestione delle emozioni, rilassamento, condivisione e creatività a contatto con punti di vista e linguaggi artistici differenti. La fase pilota prevede 16 incontri, tra dicembre 2021 e febbraio 2022, suddivisi in due cicli da 8 incontri ciascuno per donne in gravidanza e genitori di bimbi entro i 24 mesi di età.

Stefano Cioni, Ad di Buona -Steve Jones, afferma: “Recentemente abbiamo tutti sperimentato un momento di forte privazione e isolamento, che ha particolarmente inciso su chi si trovava in un momento delicato e speciale della propria vita, come le donne in gravidanza e i neogenitori con i loro bambini. Abbiamo quindi ritenuto importante ampliare le iniziative di solidarietà e i servizi socio-educativi a sostegno del mondo dell’infanzia per contribuire, anche in un modo originale, al benessere di grandi e piccini”.

Stefano Pezzato, Responsabile Collezioni e Archivi del Centro Pecci aggiunge: “L’educazione all’arte a partire dai primi anni d’età caratterizza il Centro Pecci fin dalla sua apertura nel 1988, con i laboratori creativi per bambini svolti sotto la supervisione dell’artista Bruno Munari. È ormai risaputo che arte e creatività svolgono un ruolo fondamentale nell’evoluzione infantile già dalla primissima infanzia, e che la fruizione dell’arte contribuisce al benessere delle persone, a tutte le età. Un progetto innovativo come quello sostenuto da Buona-Steve Jones aumenta l’impegno del museo nell’ambito dell’accessibilità, avvicinando pubblici sempre più differenziati.”

Ogni appuntamento sarà un work in progress, una nuova e intensa esplorazione di sé, dell’altro e della realtà circostante. I partecipanti scopriranno come l’arte e la creatività possano essere un aiuto concreto ed efficace per affrontare le piccole e grandi sfide di tutti i giorni e lo faranno insieme, entrando a far parte di una comunità.

Il percorso I primi mille giorni d’arte è promosso dal Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato e da BUONA-Steve Jones Srl, da un’idea di e in collaborazione con la cooperativa Keras. Ideazione e conduzione: Ambra Nardini. Si ringrazia Silvia Cangioli, donor didattica e public program.

 

Steve Jones-Buona

Fondata nel 2000 da Stefano Cioni, Steve Jones è una PMI tutta italiana, a conduzione familiare, con sede a Sesto Fiorentino (FI), che con il brand Buona pensa, sviluppa, produce e commercializza prodotti per il benessere dei bambini, quali: latti per l’infanzia (BBMilk), alimenti biologici per l’infanzia (Buona BIO), integratori alimentari e dispositivi medici basati su criteri di qualità, evidenza scientifica e sicurezza. Con un fatturato 2020 di 19 milioni di euro, la Società impiega 110 dipendenti ed è presente con una filiale in Spagna e in Grecia, con distributori in diversi Paesi. In Italia, la Società si avvale di una qualificata rete di 50 informatori medico-scientifici che tengono aggiornati oltre 8.000 pediatri, tra ambulatoriali e ospedalieri, coprendo totalmente il territorio. La crescente notorietà data da prodotti efficaci e di qualità consente alla Società di proseguire un piano di internazionalizzazione che sta portando all’espansione e all’affermazione del brand in vari Paesi nel mondo, soddisfacendo la domanda dei mercati più esigenti. https://www.buona.it/ 

Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, Prato

Il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, Prato è la prima istituzione italiana nata con lo scopo di presentare, collezionare, documentare e supportare le ricerche artistiche di arti visive e performative, cinema, musica, architettura, design, moda e letteratura: tutte espressioni del contemporaneo che avvicinano il pubblico ai grandi temi e allo stesso tempo aiutano a interpretare la realtà.
Dall’apertura nel 1988 a oggi sono state prodotte e ospitate più di duecentocinquanta tra mostre e progetti espositivi, organizzati eventi speciali e promosse iniziative didattiche per studenti e adulti.
La collezione permanente del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci è composta da oltre mille opere che mappano le tendenze artistiche dagli anni Sessanta in poi.
Il complesso che ospita l’istituzione, progettato dall’architetto razionalista Italo Gamberini e ampliato nel 2016 da Maurice Nio, è una città nella città: al suo interno ci sono 3.000 mq di sale espositive, un archivio, 60.000 volumi della biblioteca specializzata CID/Arti Visive, un auditorium-cinema, un bookshop, un ristorante, un bistrot e un teatro all’aperto.
Il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci è gestito dalla Fondazione per le arti contemporanee in Toscana, soggetto a cui la Regione Toscana ha affidato il ruolo di coordinamento delle attività del sistema dell’arte contemporanea (L.R. 21/2010 testo unico per la cultura) per promuoverne la diffusione attraverso la collaborazione con i musei e gli altri istituti culturali toscani. www.centropecci.it

 

Per informazioni:

Steve Jones – Buona
Ilaria Chiarelli
marketing@stevejones.it
Tel. 055 4201405
E-mail: info@buona.it

Spriano Communication & Partners S.r.l.
Cristina Tronconi
E-mail: ctronconi@sprianocommunication.com
tel. 346 0477901
Matteo Russo
E-mail: mrusso@sprianocommunication.com
tel. 347 9834881

CENTRO PER L’ARTE CONTEMPORANEA LUIGI PECCI, PRATO
Ivan Aiazzi
T. +39 0574 531908 M. +39 351 6149156 – 331 3174150
E-mail: i.aiazzi@centropecci.it

Lara Facco P&C
viale Papiniano 42 | 20123 Milano | press@larafacco.com
Lara Facco | M. +39 349 2529989 | lara@larafacco.com
Denise Solenghi | M. +39 333 3086921 | denise@larafacco.com
Camilla Capponi | M. +39 366 3947098 | camilla@larafacco.com