Dal Latte alla Pappe Svezzamento

Lo svezzamento è quella fase della vita in cui il bambino passa dall’alimentazione a base di solo latte ai cibi solidi.
Solitamente inizia dai quattro ai sei mesi ed è molto importante, in quanto gli alimenti solidi o semi-solidi sono in grado di apportare delle sostanze nutritive indispensabili per la sua crescita.
Ti raccomando di non procedere a tale passaggio prima di questa età, poiché il piccolo non è ancora capace di rimanere in posizione seduta e il suo apparato digerente non assimila molte sostanze.

Pappe svezzamento quando somministrarle

È bene iniziare a somministrare al tuo bambino le pappe svezzamento senza avere alcuna fretta, anzi meglio se ti lasci guidare dalle esigenze alimentari del tuo bambino, ossia quando è ancora affamato dopo un pasto a base di solo latte oppure quando appare incuriosito dall’odore o dalla vista di un cibo differente.
L’importante è evitare qualunque genere di forzatura o pretendere che la pappa venga consumata per intero.
Armati di pazienza e preparati a sputi e piccoli assaggi per due motivi:

  1. deve abituarsi ai nuovi sapori;
  2. deve imparare un nuovo metodo di alimentazione tramite l’utilizzo del cucchiaio.

Quali sono le prime pappe svezzamento

Le prime pappe svezzamento sono a base di brodo vegetale da preparare con verdure provenienti da colture biologiche.
Queste ultime possono essere zucchine, bietole, piselli, spinaci, patate, sedano, carote e carciofi.
Ti raccomando di iniziare con carote, patate e zucchine, per poi proseguire con l’introduzione di nuovi ortaggi, sia per far abituare il tuo bambino a nuovi sapori, sia per accertarti che non si verifichino reazioni allergiche o intolleranze.
Evita invece tutte le verdure dai sapori particolarmente forti come cipolle, cavolfiori, verze e pomodori; quest’ultimo è inoltre uno dei cibi più allergizzanti in assoluto.
Una volta lavati gli ortaggi, falli bollire in un litro d’acqua non salata per circa un’ora.
Le prime volte utilizza solo il brodo filtrato, mentre nelle settimane successive puoi frullare o passare anche gli alimenti solidi.

Come preparare le prime pappe svezzamento

Naturalmente le pappe svezzamento non sono solo a base di brodo, ma contengono anche i seguenti ingredienti:

– 3/4 cucchiai di crema di riso o pastina;
– un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva;
– un cucchiaino di formaggio grattugiato.

In caso di diarrea, aumenta la quantità di carote e patate, mentre in caso di stitichezza evita l’utilizzo della crema di riso e abbonda con le zucchine.

Quali sono gli alimenti consigliati per il tuo bambino

Gli alimenti consigliati per lo svezzamento del tuo bambino sono quelli prodotti e distribuiti da Buona, azienda specializzata in cibi per l’infanzia.
Il suo fiore all’occhiello è sicuramente l’impiego di materie prime biologiche, le quali sono assolutamente prive di pesticidi e altre sostanze dannose per l’organismo.
Inoltre, al fine di andare incontro alle diverse esigenze nutrizionali, mette a disposizione della clientela un vasto assortimento di prodotti, tra cui:

  • Mina e la sabbiolina: pastina di semola di grano duro adatta dal quarto mese in avanti;
  • Ugo e l’olio: olio extra vergine d’oliva prodotto con olive provenienti dalla zona del Chianti, le quali vengono spremute entro tre ore dalla raccolta, in modo da preservare nel miglior modo possibile tutte le sostanze nutritive.
    Può essere utilizzato dal quarto mese d’età;
  • Narciso e la crema di riso: prodotta con crema di riso 100% italiana, è senza glutine, ma ricca di Vitamine del gruppo B, Vitamina C e calcio.
    Può essere somministrata, salvo differenti indicazioni del pediatra, dal quarto mese d’età;
  • Gino e il maccheroncino pastina: adatta ai bimbi più grandicelli (dal decimo mese d’età), è a base di grano duro che proviene da coltivazioni nazionali;
  • Beppino e la crema di semolino: prodotto a base di grano duro italiano, è naturalmente ricca di calcio, vitamine del gruppo B e vitamina C.
    Può essere introdotta nella dieta del bambino dal quarto mese d’età;
  • Spino e il semino pastina di riso: rappresenta una valida alternativa per i bimbi intolleranti al glutine, in quanto ne è totalmente priva.
    Adatta ai bambini dal quarto mese di vita;
  • Otto e il biscotto: adatto come piccolo spuntino spezza fame dal sesto mese di età, questo biscotto è composto da farina di frumento italiana ed è ricca di vitamine del gruppo B, calcio e ferro.
    È senza olio di palma.
Condividi questo articolo