Come aumentare le difese immunitarie dei bimbi

Il ruolo delle vitamine per le difese immunitarie

Stando a quanto recita il vecchio adagio, che vorrebbe che con una mela al giorno fosse semplice togliere il medico di torno, si potrebbe pensare che le difese immunitarie, ovvero la nostra efficace e naturale barriera contro gli agenti patogeni, possa essere rafforzata esclusivamente attraverso la corretta alimentazione.

Indubbiamente, come capita sempre per la saggezza popolare, il detto cela una gran parte di verità: mangiare cibi nutrienti, ricchi di alcune delle vitamine più importanti, può aiutare il sistema immunitario a combattere le malattie. Eppure, se per gli adulti questo concetto può essere facilmente assimilabile – anche se non sempre altrettanto applicato – come è possibile assicurarsi che i nostri piccoli assumano la corretta dose di vitamine?

I bambini, infatti, presentano necessità specifiche, soprattutto a livello di nutrienti che vanno a supporto delle difese immunitarie e, di conseguenza, deve essere posta particolare attenzione non solo alla loro alimentazione, bensì anche a eventuali integratori per bambini che possano sopperire a possibili carenze.

Vediamo di seguito quali sono le vitamine più importanti in tal senso, in quali alimenti puoi trovarle e come possono aiutarti a mantenere in salute i tuoi piccoli, anche se è importante ricordare che per una guida più approfondita e su misura dovrai fare riferimento al tuo pediatra.

 

Vitamine bambini: quali aiutano le difese immunitarie

La vitamina C è uno dei più grandi stimoli per il benessere del sistema immunitario di tutti, bimbi compresi. Non è un caso che la mancanza di vitamina C possa rendere più inclini ad ammalarsi.

Gli alimenti ricchi di vitamina C includono arance, pompelmi, mandarini, fragole, peperoni, spinaci, cavoli e broccoli: l’assunzione giornaliera di questa vitamina è essenziale per la salute del corpo. La buona notizia è che la vitamina C è presente in così tanti alimenti che la maggior parte degli adulti non deve assumere un integratore specifico a meno che un medico non lo consigli.

Eppure, i più piccoli spesso hanno bisogno di integratori per bambini che li aiutino a integrare il fabbisogno normalmente assunto coi cibi, soprattutto perché quest’ultimi sono tra quelli più collegati ad allergie e non sempre facilmente processabili dai bimbi.

Anche la vitamina B6 è vitale per supportare le reazioni biochimiche nel sistema immunitario. Gli alimenti che ne sono ricchi, come il pollo, il salmone, il tonno e i ceci, possono essere facilmente inseriti nella dieta dei più piccoli.

La vitamina E, antiossidante potente che supporta l’organismo nel combattere le infezioni, si trova all’interno di noci, semi e spinaci.

Una semplice regola può aiutarti quando scegli alimenti come frutta e verdura per i piccoli: più sono colorati, meglio è. Portando sui loro piatti dei veri e propri arcobaleni, non solo le pietanze appariranno immediatamente più allettanti alla vista, ma ti assicurerai il maggior numero possibile di vitamine e sostanze nutritive.

Costruire un sistema immunitario forte implica mantenere abitudini alimentari sane nel tempo, quindi armati di pazienza e i risultati arriveranno.

 

Gli integratori per bambini a supporto delle difese immunitarie

Anche se il modo ideale per fare il pieno di nutrienti essenziali è assumerli direttamente dal cibo, gli integratori per bambini possono aiutare a colmare alcune lacune nella loro dieta.

È importante notare che, anche nel caso di formulazioni sicure come quelle dei flaconcini Buona Difesa, gli integratori dovrebbero essere assunti dopo un confronto puntuale con un pediatra. Grazie all’intervento dello specialista, sarà possibile comprendere quali integratori saranno più adatti alla propria situazione specifica, evitando così non solo di spendere soldi inutili in prodotti generici ma anche di incorrere in potenziali effetti collaterali.

Per questi motivi, gli esperti suggeriscono, oltre a impostare una dieta che consenta ai piccoli di assumere vitamine attraverso il cibo, di parlare con il pediatra se stai valutando di far assumere integratori alimentari ai tuoi figli. Ricorda inoltre che, oltre al ruolo cruciale delle vitamine presenti nei migliori integratori per bambini, come i flaconcini Buona Difesa, altri elementi giocano un ruolo fondamentale per garantire il buon funzionamento del sistema immunitario.

Ecco che fare in modo che i piccoli siano sempre ben idratati può migliorare le difese immunitarie e aiutare a contrastare agenti patogeni e virus che tentano di minarle. L’acqua aiuta il corpo dei piccoli a sostenere tutti gli elementi che contribuiscono alla salute dell’organismo, in particolar modo agendo sui globuli bianchi. Assicurarsi di inserire nella loro dieta cibi idratanti, come cetrioli, sedano o anguria, così come che bevano molto è fondamentale per non vanificare gli sforzi compiuti.

 

Cosa fare quando gli integratori per bambini non bastano

Pur ricordando che l’intervento di un medico pediatra rimane necessario per procedere in caso di raffreddori o altre indisposizioni dei piccoli, quando le loro difese immunitarie subiscono un attacco e gli integratori non sono più sufficienti, si può contare sull’azione della linea per le vie respiratorie di Buona Difesa, i cui prodotti sono disponibili in diverse formulazioni e pensati per adattarsi alle esigenze di ogni fascia d’età. Si tratta di prodotti efficaci, che aiutano i tuoi piccoli a contrastare riniti, raffreddori, sinusiti e molto altro.


Le difese immunitarie, come saprai, rappresentano la tutela dell’organismo contro le aggressioni esterne. Proteggono adulti e bambini dalle infezioni comuni e da quelle più complesse per cui è di fondamentale importanza poter contare su un sistema immunitario forte ed efficiente.

Molti bambini, però, nei primi anni di vita sono fragili e tendono ad ammalarsi con facilità. Niente paura, però, perché il sistema immunitario può essere rafforzato in modo naturale, sia attraverso l’alimentazione, sia con la somministrazione di integratori specifici per i più piccoli.

Le regole da seguire per assicurare al tuo bambino un sistema immunitario forte

Sia che il tuo bambino tenda ad ammalarsi frequentemente, sia che tu voglia preventivamente assicurargli delle difese immunitarie efficaci, ci sono delle regole semplici che puoi seguire già dai primi mesi di vita.

Per prima cosa, però, devi sapere che questa situazione è del tutto normale perché in fondo il suo sistema immunitario, come tutto il resto, si sta ancora sviluppando. Durante la gravidanza infatti è stato protetto dalle tue immunoglobine (immunità passiva), ma dopo circa 6 mesi dalla nascita deve cominciare a farcela da solo, producendole in modo autonomo (immunità attiva).

Ciò avviene proprio quando entra in contatto con virus e batteri cominciando, magari, a frequentare altri bambini o ambienti non perfettamente puliti. Naturalmente il passo più importante da fare è quello di confrontarti con il pediatra che ti indicherà la strada migliore per proteggere il tuo bambino, ma ci sono piccole cose che puoi fare da subito.

Anche per i più piccoli l’alimentazione è la prima fonte di benessere; è necessario che tu gli assicuri un corretto apporto di vitamine e sali minerali attraverso frutta e verdura ed in particolar modo di vitamina C e vitamina D.

Il sonno è molto importante per rafforzare le sue difese immunitarie. Fino ai 5-6 anni non dovrebbe dormire meno di 12 ore, per poi ridurre gradualmente durante la crescita il periodo dedicato al riposo notturno. In questa fase, poi, si consolida anche la memoria, viene prodotto l’ormone della crescita e l’organismo recupera tutte le necessarie energie.

Non dimenticare mai l’igiene; lava le tue e le sue mani con frequenza. Un semplice sapone neutro va benissimo e allontana qualunque pericolo di infezione.

Completa la sua dieta con sostanze naturali ed integratori in grado di rafforzare e supportare le sue difese naturali come la linea Buona Difesa di Buona, appositamente pensata per il tuo bambino.

 

Quali sostanze naturali aumentano le difese immunitarie: gli alimenti migliori

Alcune sostanze più di altre sono utili per aumentare le difese immunitarie nel tuo bambino. Molte di esse sono presenti nel cibo che gli prepari, altre vanno assunte con appositi integratori e sempre con il parere del tuo pediatra.

Pranzo, merenda e cena devono contenere sempre la giusta quantità di vitamine e sali minerali; ovviamente verdura e frutta sono la fonte migliore ed il modo per convincerli a mangiarle è attraverso frullati e centrifughe.

Inizia dalla colazione, fondamentale per cominciare bene una giornata ricca di divertenti impegni. Yogurt, fette biscottate con il miele (ricco di sostanze benefiche), latte ed una spremuta di agrumi sono le scelte ideali per rafforzare le sue difese immunitarie, redendolo più forte nei confronti di raffreddore ed influenza.

Gli spuntini della mattina o del pomeriggio dovrebbero prevedere un frutto o uno yogurt, evitando merendine o dolciumi ricchi di zucchero. Nella dieta, poi, non dovrebbero mai mancare cibi ricchi di zinco e ferro come legumi, frutta secca, verdura a foglia, cereali e carne rossa.

I frutti di bosco sono molto ricchi di sostanze benefiche che stimolano il sistema immunitario dei bambini per cui non dimenticare di preparare golosi dessert che, oltre ad essere buoni fanno anche molto bene.

 

Sostanze naturali ed integratori per le difese immunitarie

In alcuni casi però l’alimentazione potrebbe non essere sufficiente per cui si rende necessario utilizzare, con il consiglio del pediatra, integratori naturali appositamente formulati. Ci sono sostanze particolarmente indicate per questo scopo: l’echinacea, il propoli, la vitamina C e lo zinco, ad esempio, rappresentano dei componenti essenziali per rafforzare le difese immunitarie e sono contenuti nella linea Buona Difesa di Buona.

Il propoli è prodotto dalle api ed ha un’incredibile azione antivirale ed antibatterica, tanto da essere molto utile anche in spray in caso di mal di gola.

L’echinacea è usata da tempo immemorabile contro le malattie da raffreddamento ed anch’essa rende più forte le difese di tuo figlio nei confronti delle malattie.

Lo zinco è un naturale immunostimolante ed insieme alla vitamina C crea una vera e propria barriera protettiva; entrambe questi elementi si trovano nel cibo, ma spesso non vengono assunti in quantità sufficienti ecco perché è necessario ricorrere ad integratori.

I prodotti di Buona, però, ti sono vicini anche se iniziano i primi raffreddori. I flaconcini con soluzione isotonica come Isonebial, oppure quelli con soluzione salina ipertonica ed acido ialuronico come Nebial 3%, aiutano a mantenere pulito il nasino di tuo figlio mentre Buona Respiro Sciroppo calma la tosse secca e quella grassa, aiutando il buon funzionamento delle vie respiratorie.

Le prime malattie del tuo bambino non devono essere fonte di preoccupazioni: con i giusti consigli ed i prodotti più adatti a lui sarà anche questo un modo per renderlo più forte.


Svezzamento con cibo biologico

Durante lo svezzamento, il cibo biologico permette al bambino di assimilare tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno senza la presenza di pesticidi o diserbanti nocivi per l’organismo.
Lo svezzamento inizia fra il quarto e il sesto mese d’età e questa fase implica il consumo di alimenti differenti dal latte ed iniziare in questo modo un regime dietetico a base di cibi solidi.
Per evitare l’insorgere di intolleranze e allergie, è dunque bene scegliere quelli giusti, basti pensare alle pappe complete studiate appositamente per l’infante, le quali contengono tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno, specialmente il ferro.

 

Quando iniziare lo svezzamento con il cibo biologico

È possibile iniziare lo svezzamento in qualunque momento dell’anno.
Le prime pappe saranno a base di brodo vegetale, verdure cotte e frullate (vanno benissimo anche i legumi), crema di riso/multicereali oppure pastina.
Via libera anche alle proteine come formaggi freschi come crescenza o ricotta, Formaggio grattugiato, prosciutto cotto e tuorlo d’uovo.
Sì anche all’olio extra vergine di oliva, ma evitare il sale per far abituare il bambino al vero sapore dei cibi.
Per quanto riguarda invece le quantità, ecco qualche indicazione molto utile:

  • dai 5 agli 8 mesi: 20 grammi di pastina, 30/40 grammi di carne frullata o mezzo vasetto di omogenizzato, 20/30 grammi di prosciutto cotto, 30/40 grammi di formaggio fresco, tre cucchiai di crema di riso/mais/tapioca.
    Se si desidera utilizzare il Formaggio grattugiato, non servirlo insieme alla carne.
    Per quanto riguarda invece i frutti, è bene servirne solo metà porzione oppure un vasetto di omogeneizzato, mentre per l’olio d’oliva un cucchiaino è più che sufficiente;
  • dagli 8 ai 12 mesi: 30/40 grammi di carne oppure un vasetto di omogeneizzato, un cucchiaino d’olio d’oliva, 30 grammi di prosciutto cotto, 30/40 grammi di formaggio fresco oppure 20 di Parmigiano, 30/40 grammi di pastina oppure 3/4 cucchiai di crema di cereali o semolino, 20/30 grammi di passato di verdura.
    La frutta fresca o frullata bisognerebbe darla tutti i giorni come spuntino della mattina e del pomeriggio.
    In alternativa si potrebbe optare per lo yogurt bianco o alla frutta.

È molto importante rispettare le preferenze alimentari del bambino e soprattutto non forzarlo a mangiare; bisogna infatti tenere sempre a mente che ha bisogno del suo tempo per abituarsi ai nuovi cibi.

 

Cibi da evitare durante lo svezzamento

Durante lo svezzamento, si raccomanda di non somministrare al bambino carne/pesce crudo, frutti di mare, caffè, tè, burro, formaggi grassi, insaccati grassi come salame, pancetta, lardo, mortadella e cibi salati/zuccherati, in quanto l’organismo del bambino non è ancora in grado di assimilarli e potrebbero pertanto arrecargli dei danni.

 

Pappe biologiche svezzamento Buona

Il marchio italiano Buona è specializzato nella produzione e vendita di pappe biologiche appositamente studiate per lo svezzamento del bambino.
Al fine di andare incontro alle differenti esigenze e preferenze alimentari, offre un vasto assortimento di prodotti, tra cui:

  • Ugo e l’olio: confezione da 250 ml di olio extra vergine di oliva prodotto con olive biologiche italiane delle varietà Correggiolo, Leccino, Moraiolo e Frantoio. Al fine di mantenere intatti sia il sapore, sia i valori dei tocoferoli e dei polifenoli, queste ultime vengono frante entro tre ore dalla raccolta. Il prodotto ha una tiratura limitata a 3999 bottiglie ed è caratterizzato da un gusto poco amaro e bassa acidità.
  • Mina e la sabbiolina pastina: pastina di semola di grano duro ricca di Vitamine del gruppo B, ferro e calcio.
    Adatta ai bambini dal quarto mese d’età compiuto.
  • Beppino e la crema di semolino: prodotto composto da semola di grano duro italiana proveniente da agricoltura biologica.
    Oltre ad essere ricco di fosforo e calcio, contiene vitamina C, le vitamine del gruppo B e tiamina.
  • Otto e il biscotto: biscotto realizzato con farina di frumento proveniente da colture biologiche italiane.
    Adatto per gli spuntini dei bambini a partire dal sesto mese d’età, contiene ferro, calcio e vitamine del gruppo B.
  • Zeno e la crema ai 4 cereali: crema composta da farina di avena, riso, orzo e frumento provenienti da coltivazioni biologiche nostrane. Contiene le vitamine del gruppo B, vitamina C e calcio. È adatta ai bambini dal quarto mese in su.
  • Spino e il semino pastina di riso: pastina di riso biologica priva di glutine e con vitamine B1.
    Il prodotto è adatto ai bambini dal quarto mese d’età in su.

Le difese immunitarie sono importanti ad ogni età, ma è soprattutto nella prima fase della vita che il nostro organismo è particolarmente sensibile a possibili agenti patogeni; questo è dato principalmente dal fatto che vi è la necessità di dover in qualche modo imparare a riconoscere il pericolo e quindi aiutare la reattività dell’intervento.

Ecco quindi che qualche volta è necessario supportare il lavoro che il corpo del tuo bambino effettua nel contrastare la “malattia” con dei prodotti specifici che, come gli integratori, possano consentire di avere una manifestazione meno evidente della stessa oppure che siano di aiuto nel caso in cui questa sopraggiunga in modo inaspettato ed improvviso.

Ovviamente nel bambino le “malattie” maggiormente diffuse sono quelle relative alle sindromi influenzali o da raffreddamento che, specie nei cambi di stagione e in inverno, fanno la loro comparsa anche più volte.

Vediamo quindi come fare in modo che queste sindromi possano essere facilmente sconfitte aiutando le difese immunitarie del tuo bambino senza aggredire il suo organismo.

 

Come aumentare naturalmente le difese immunitarie nel bambino

Ci sono degli accorgimenti molto semplici che puoi mettere in atto per aumentare le difese immunitarie del tuo bambino e renderlo più forte nei confronti delle aggressioni esterne. Il primo passo è quello di un’alimentazione sana e ricca di vitamine e sali minerali, soprattutto quelli che agiscono direttamente sul sistema immunitario come la vitamina C, lo zinco, il ferro e la vitamina D.

Il tuo pediatra saprà suggerirti la dieta più corretta da seguire, ma frutta e verdura non devono mai mancare. È la stessa natura, del resto, che ci aiuta perché i prodotti del periodo autunnale ed invernale sono di per sé già ricchi di tutte le sostanze necessarie: kiwi, agrumi, melograno, broccoli, cavolfiori o spinaci sono un vero tesoro per l’organismo. Certo, potrebbe non essere facile farli mangiare a tuo figlio, ma in questo caso dovrai utilizzare tutte le tue doti da cuoca per convincerlo.

Altrettanto importanti sono il sonno ed i giochi all’aperto. In entrambi i casi infatti viene favorito lo sviluppo delle difese immunitarie per cui è di fondamentale importanza suddividere la giornata del tuo bambino in modo che possa dedicare il giusto tempo al riposo (10-12 ore fino a 5 anni) ed al divertimento.

 

Gli integratori specifici per le difese immunitarie: i prodotti Buona

In alcuni casi, però, potrebbe essere necessario supportare l’alimentazione di tuo figlio con integratori appositi, ricchi di sostanze benefiche e del tutto sicuri per la sua salute. La linea Buona Difesa è stata formulata appositamente per questo scopo e contiene sostanze naturali la cui azione sul sistema immunitario è stata scientificamente provata.

A seconda delle tue specifiche necessità e dell’età di tuo figlio, puoi scegliere fra la versione in sciroppo, spray o flaconcini monodose. Puoi chiedere consiglio anche al tuo pediatra di fiducia. Buona Difesa è un integratore a base di rosa canina (ricca di vitamina C), propoli, zinco ed echinacea e nella versione flaconcini sono presenti anche vitamina D e Beta Glucani.

Puoi somministrare Buona Difesa a tuo figlio la mattina, per un periodo di circa due settimane e ripetere 2-3 volte il ciclo durante l’inverno e nei cambi di stagione.

Tutte i componenti di questi integratori sono assolutamente naturali e sicuri e rappresentano un valido aiuto per supportare le difese immunitarie nei periodi di maggior pericolo.

La rosa canina è molto ricca di vitamina C ed è una specie della famiglia delle rosacee che cresce spontanea formando cespugli di grandi dimensioni. Essa, in virtù delle sostanze che contiene, è consigliata per una serie di patologie ed in particolare per le affezioni dei bambini come tosse, raffreddore, tonsilliti e rinofaringiti. Le sue bacche sono uno scrigno di tesori e contengono fino a 100 volte più acido ascorbico di arance e limoni.

Il propoli è una sostanza dalla consistenza resinosa che le api raccolgono dalle cortecce e da alcune piante, mischiandola poi con la saliva, il polline e la cera. È ricchissimo di vitamine, sali minerali e flavonoidi e la sua composizione lo rende un eccellente antibatterico ed antinfiammatorio. Basta, infatti, una piccola quantità di propoli per trovare subito sollievo per la gola infiammata. Esso previene anche tutte le malattie da raffreddamento.

Una carenza di zinco influisce negativamente sulle naturali difese dell’organismo e sebbene sia contenuto in vari alimenti, non sempre la dieta permette una sua corretta assunzione.

L’echinacea è una delle piante più usate nelle preparazioni fitoterapiche per le sue proprietà immunostimolanti; per rafforzare le difese contro le infezioni e le malattie da raffreddamento viene usato il rizoma ed alcune parti aeree.

Insomma con gli integratori di Buona puoi aiutare tuo figlio a diventare più forte in modo del tutto naturale così da fargli superare le sfide più difficili, soprattutto nel periodo invernale.

 

Un supporto per il sistema respiratorio: le proposte di Buona

Quando, però, i primi raffreddori si fanno sentire è necessario correre ai ripari usando prodotti per liberare il nasino di tuo figlio o per calmare la fastidiosa tosse. Nebial 3% Kit, Nebial 3% flaconcini e Nebial 3% spray contengono una soluzione salina ipertonica con aggiunta di acido ialuronico che libera il naso congestionato a causa di riniti, sinusiti o raffreddore. La sua azione è rapida e sicura e può essere usato anche per i neonati.

Isonebial Kit, a base di soluzione isotonica ed ectoina rappresenta un rimedio efficace contro il naso secco, chiuso e per pulire ogni giorno le cavità nasali di tuo figlio, anche se è ancora molto piccolo. La sua formulazione lo rende sicuro anche per uso prolungato.

Buona Respiro Sciroppo a base di miele, ribes, edera e grindelia, ti aiuta in caso di tosse secca e grassa e per ridurre i processi infiammatori di tutta la cavità orofaringea.
Sul sito di Buona potrai trovare un prodotto per ogni bisogno del tuo bambino, oltre a molti consigli utili per affrontare ogni situazione.


Alimentazione e cibo biologico

Dal quarto al sesto mese d’età del bambino inizia lo svezzamento.
Poiché si tratta di una fase molto importante per la sua crescita e il suo organismo è ancora molto delicato, si raccomanda di utilizzare cibo biologico.
Quest’ultimo contiene delle materie prime provenienti da coltivazioni che bandiscono l’utilizzo di pesticidi e diserbanti che potrebbero nuocere alla sua salute.
Per ottenere tale certificazione, devono superare degli standard qualitativi molto precisi e vengono pertanto sottoposte a dei severi controlli.

La dieta durante lo svezzamento

Lo svezzamento segna il termine di una dieta a base di solo latte per iniziarne un’altra costituita da cibi solidi.
Per quanto riguarda questi ultimi, si tratta solitamente di pappe biologiche che contengono tutte le sostanze nutritive di cui il bambino ha bisogno, basti pensare alla vitamine C e del gruppo B, al ferro e al calcio.
Sono naturalmente ammesse le proteine come prosciutto cotto, Formaggio grattugiato, formaggi magri come ricotta e crescenza, omogeneizzati di carne o pesce, yogurt bianco o alla frutta, frutta fresca o frullata, verdure passate e legumi.
Per quanto riguarda i condimenti, sì ad un cucchiaino di olio extra vergine di oliva per pasto, ma evitare accuratamente il sale per consentire all’infante di abituarsi all’autentico sapore dei diversi alimenti.
Sono invece da evitare, anche per piccoli assaggi, burro, salumi grassi come mortadella, pancetta e lardo, cibi dolci e salati, bevande zuccherate e alcoliche.
L’apparato digerente del bambino non è ancora infatti in grado di assimilare tutti gli ingredienti contenuti in questi cibi e potrebbe dunque manifestare allergie o intolleranze.

Come iniziare lo svezzamento

Lo svezzamento può iniziare in qualunque periodo dell’anno e iniziando a far assaggiare al bambino piccole porzioni degli alimenti sopra menzionati.
Per evitare rifiuti di qualunque genere, si consiglia di rispettare i suoi tempi e soprattutto di non forzarlo a ultimare la porzione di pappa.
Si rivela altresì utile permettergli di toccare i vari alimenti, sia con le mani che con il cucchiaino, in modo che possa conoscere le diverse consistenze e imparare a nutrirsi in maniera autonoma.

Cibi biologici per lo svezzamento Buona

Il brand italiano Buona è specializzato nella produzione e nella vendita di pappe biologiche per lo svezzamento.
Al fine di accontentare tutte le esigenze e gusti alimentari, mette a disposizione della clientela una vasta gamma di articoli, tra cui:

  • Ugo e l’olio: olio extra vergine di oliva prodotto con olive biologiche italiane.
    Al fine di preservare tutto il sapore e le proprietà benefiche, vengono spremute entro tre ore dalla raccolta.
    È disponibile in bottiglie a tiratura limitata per garantire il massimo della qualità.
    All’interno della confezione è inoltre presente un foglietto illustrativo;
  • Mina e la sabbiolina pastina: alimento per l’infanzia di semola di grano duro 100% biologico e italiano.
    Contiene vitamine del gruppo B, ferro e calcio.
    Adatto ai bambini a partire dal quarto mese d’età;
  • Pino e l’anellino pastina: pastina a forma di anello a base di grano duro proveniente da coltivazioni italiane biologiche.
    Contiene Vitamina C, vitamine del gruppo B, calcio e ferro.
    È indicata ai bambini dal sesto mese d’età, salvo diverse indicazioni da parte del pediatra;
  • Otto e il biscotto: biscotto adatto agli spuntini dei bambini dal sesto mese d’età.
    Il prodotto è privo di olio di palma ed è a base di farina di frumento biologica interamente italiana.
    Contiene calcio, vitamine del gruppo B e ferro;
  • Zeno e la crema ai 4 cereali: crema composta da farina di avena, orzo, riso e frumento coltivati in campi biologici nazionali.
    Indicata dal quarto mese d’età, è ricca di calcio, vitamine del gruppo B e vitamina C;
  • Dina e la stellina pastina: pastina a forma di stella a base di semola di grano duro biologico interamente italiano.
    Eccetto differenti indicazioni del pediatra, è adatta ai bambini dai sei mesi in su e contiene calcio, Vitamina C, vitamine del gruppo B e ferro;
  • Beppino e la crema di semolino: semola di grano duro proveniente da colture italiane biologiche.
    Adatta ai bambini dal quarto mese d’età e contenente Vitamina C, vitamine del gruppo B e calcio;
  • Narciso e la crema di riso: farina di riso coltivata in campi biologici italiani.
    Questo prodotto per l’alimentazione infantile è naturalmente senza glutine ed è indicato dal quarto mese a salire.
    È inoltre ricco di vitamina C, calcio e vitamine del gruppo B.