Che cosa si intende per latte crescita

Il latte crescita è l’alimento che viene introdotto nel regime nutritivo del bambino dal primo anno di vita.

Si tratta di un prodotto alimentare appositamente formulato per il periodo dello svezzamento, che può essere assunto dal bambino dai 12 mesi fino a 2-3 anni, in sostituzione di quello vaccino.

La particolare composizione del latte crescita lo rende molto più digeribile rispetto a quello di mucca e nello stesso tempo maggiormente adatto alle esigenze dietetiche del bebè.

Dai 12 mesi in poi, il bambino ha già iniziato a nutrirsi con alimenti semi-solidi, con pappe e omogeneizzati in quanto il suo sviluppo richiede un apporto bilanciato di elementi nutritivi.

Studiato appositamente per rispondere ai fabbisogni nutrizionali dei piccoli a partire dal primo anno di vita, il latte crescita deve contenere un’adeguata concentrazione di proteine, vitamine e minerali.

Il metabolismo dei bambini di questa età risulta molto più attivo rispetto ai mesi precedenti durante i quali passano la maggior parte del tempo dormendo.

A 12 mesi i bebè non stanno mai fermi: gattonano, giocano, incominciano a sperimentare la stazione eretta e dormono molto meno; ecco perché necessitano di un equilibrato apporto calorico.

Caratteristiche nutritive 

Il latte crescita ha un contenuto proteico inferiore rispetto a quello vaccino, mentre la sua concentrazione di ferro e di vitamina D risulta nettamente superiore.

Da 1 a 3 anni, lo sviluppo corporeo dei bambini subisce un accrescimento esponenziale, riguardante innanzitutto l’apparato osteo-articolare, che richiede una notevole assunzione di calcio.

Il calcio e la vitamina D, due cofattori essenziali per il processo di ossificazione, devono venire introdotti con l’alimentazione.

La composizione del latte bambini dai 12 mesi in poi comprende questi elementi nutritivi in quantitativi rapportabili alle loro esigenze di accrescimento corporeo.

Con 2 biberon giornalieri il bambino introduce circa 500 millilitri di latte crescita, in grado di assicurare il giusto apporto di vitamine e minerali.

Gli acidi grassi essenziali, come l’acido linoleico appartenente al gruppo degli omega 3, sono nutrienti indispensabili al bambino che sta crescendo poiché contribuiscono a migliorare i suoi processi metabolici.

Il latte vaccino, al contrario di quello di crescita, è povero di ferro e ricco di grassi saturi, nocivi alla salute dell’apparato cardio-vascolare; inoltre il suo contenuto proteico è inadeguato rispetto alle necessità del bebè.

Per essere utile, il ferro contenuto nel latte biologico deve anche garantire la massima biodisponibilità, cioè venire assimilato dall’organismo con facilità.

Il latte crescita viene arricchito con numerosi micronutrienti, come zinco, selenio, potassio e appunto ferro, oligosaccaridi e lattoferrina, tutte sostanze funzionali per lo sviluppo psico-fisico del bambino.

La gamma Buona di latte crescita

Formulati sia in polvere che liquidi, i tipi di latte crescita prodotti da Buona si confermano la scelta ideale per garantire il giusto apporto di elementi nutritivi calibrati per favorire uno sviluppo armonioso dei bambini in fase di svezzamento.

BBmilk 1-3 anni

Si tratta di un latte crescita in polvere formulato per bambini da 1 a 3 anni d’età e contenente un calibrato mix di 10 vitamine, ferro e calcio.
La sua composizione si basa sull’impiego di latte fresco pastorizzato proveniente da selezionati allevamenti biologici.
Grazie al suo sapore particolarmente gustoso, BBmilk è gradito anche ai palati più esigenti e garantisce un’adeguata integrazione di elementi nutritivi indispensabili allo sviluppo del bebè.
L’azione sinergica di zinco e vitamina D contribuisce a potenziare la funzionalità del sistema immunitario.
Privo di olio di palma, di saccarosio e fruttosio, di coloranti e conservanti, questo prodotto è confezionato in pratiche buste da 400 grammi.

BBmilk 1-3 anni liquido

Realizzato in brik da 500 millilitri, BBmilk liquido è un latte crescita confezionato in atmosfera protettiva e sterilizzato UHT, che può entrare nella dieta del bambino dai 12 mesi d’età.
Grazie al suo elevato contenuto di ferro, che contribuisce al benessere del sangue, di calcio e vitamina D, utili per lo sviluppo dell’apparato scheletrico, questo latte consente di migliorare i processi metabolici dell’organismo.
Subito pronto da bere tutte le volte che il bambino lo desidera, BBmilk liquido è la soluzione ideale per la prima colazione oppure per spuntini e merende, anche per l’equilibrata concentrazione di proteine che rispondono al fabbisogno nutrizionale del bambino nei primi anni di vita.

La linea BBmilk, comprendente latte sia in polvere che liquido, viene offerta da Buona anche nelle nuove formulazioni per lattanti con problemi gasto-intestinali (BBmilk DG), affetti da disturbi di reflusso gastro-esofageo (BBmilk AR) oppure in forma liquida (BBmilk zero liquido) per neonati prematuri.

Come tutti i prodotti Buona, anche la linea di latte crescita utilizza ingredienti rispondenti a ottimi standard qualitativi, lavorati con metodiche rigorosamente controllate lungo l’intera filiera produttiva.


Latte in polvere: il sostituto efficace del latte materno

Tutto quello che c’è da conoscere, e i prodotti da scoprire di BBmilk

Conosciuto essenzialmente come un alleato importante per l’alimentazione dei bambini, il latte in polvere è la soluzione migliore per alimentare il proprio bambino e dargli il giusto fabbisogno giornaliero laddove il latte materno non possa essere utilizzato. Seppur il latte materno sia la soluzione migliore e più consigliata per il proprio bambino, ci sono situazioni in cui non è possibile farne uso: è proprio in questo caso che entra in gioco il latte in polvere, rendendosi perfetto per l’alimentazione del lattante. Ma quali sono i benefici e i punti di forza principali? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Il latte in polvere: tutto quello che c’è da sapere

Il latte in polvere viene utilizzato per alimentare i bambini laddove si renda necessaria un’alternativa al latte materno o altre tipologie di latte biologico, oppure laddove ci siano motivazioni di salute che non permettono di poter allattare il proprio neonato al seno, come ad esempio la mancanza di latte materno oppure per problematiche di tipo allergenico del bambino. Gli ingredienti utilizzati all’interno varieranno a seconda del marchio di produzione e del paese nel quale viene commercializzato, ma in linea generale questo tipo di latte contiene latte vaccino scremato, che viene elaborato con stabilizzanti ed emulsionanti in modo tale da facilitare l’acqua e gli oli a mescolarsi quando viene preparata la pappa al bambino. Altri elementi presenti all’interno del latte in polvere sono le vitamine, i minerali di origine sia animale che vegetale, dei probiotici, enzimi e alcuni aminoacidi. Non sono rari anche alcuni latti in polvere che utilizzano il latte di capra oppure quello di soia, ma avranno necessariamente altri tipi di ingredienti per permettere il giusto bilanciamento degli elementi.

I vantaggi di utilizzare il latte in polvere

Uno dei vantaggi principali dell’utilizzo del latte in polvere da dare ai bambini è certamente la praticità d’uso: può essere utilizzato ogni qualvolta si ritenga necessario, si prepara in poco tempo ma soprattutto ha lunghi tempi di conservazione. Risulta essere perfetto anche laddove le neomamme non riescano a produrre abbastanza latte al seno, o nel caso in cui il neonato abbia particolari allergie. È comunque sempre consigliato consultare il pediatra e il proprio medico curante, al fine di valutarne l’utilizzo senza rischiare controindicazioni o effetti collaterali. I latti in polvere disponibili in commercio devono necessariamente rispettare le nuove normative dettate a livello europeo, ed è proprio per questa motivazione che difficilmente si incorrerà in prodotti scadenti, poiché dovranno rispettare delle rigide direttive prima di poter essere commercializzati; a parte questo aspetto, i latti in polvere potrebbero differire per gusto, ed è proprio per questo motivo che i neonati potrebbero preferire un latte in polvere rispetto a un altro di un marchio concorrenziale.

La gamma BBmilk: scopriamo insieme i prodotti

Il marchio Buona ha realizzato e promosso sul mercato il latte in polvere BBmilk, il latte che sa di latte, ideato e studiato fin nei minimi dettagli per dare il meglio al vostro bambino. BBmilk propone una vasta gamma di prodotti per l’alimentazione del neonato, tra cui diverse tipologie di latte in polvere, formulati appositamente per le diverse esigenze che possono riscontrarsi. Per esempio, è possibile acquistare il latte in polvere BBmilk studiato per i bambini dagli 1 ai 3 anni di età, oppure diverse altre tipologie di prodotti a base di latte in polvere; questo prodotto è presente anche in formato brik contenente il latte di crescita liquido, con importante apporto di ferro, vitamina D, calcio e di altre 10 vitamine importante per il fabbisogno del neonato.

Tra i principali prodotti troviamo anche alcune formulazioni a fini medici speciali come il BBmilk AR, studiato con una formula nuova apposita per evitare che possano esserci problematiche legate al reflusso gastro-esofageo patologico. Un altro prodotto BBmilk è il brik Zero, ideale per i lattanti prematuri o con problematiche di basso peso presenti fin dalla nascita. Infine, perfetto per i neonati che presentano problematiche di tipo gastrointestinali minori, come ad esempio la stipsi e le coliche, è stato ideato il latte in polvere BBmik DG.

Per concludere, seppur il latte materno e l’allattamento al seno siano consigliati come prima scelta per l’alimentazione dei neonati, nei casi in cui questo non possa essere possibile sarà importante utilizzare il latte in polvere, in grado di alimentare i lattanti dallo svezzamento fino al dodicesimo mese di età. L’utilizzo di BBmilk, ideato dalla ricerca e studi di Buona, e del latte in polvere in generale, andrà necessariamente utilizzato sotto il costante controllo del medico pediatra, che saprà consigliarvi le dosi da utilizzare e indicarvi il periodo di trattamento in cui potrà essere usato come alimento sostitutivo.