L’insonnia nei bambini è un problema sempre più frequente. Probabilmente stai vivendo questa situazione con tuo figlio, insieme alle conseguenze che tale difficoltà comporta.

Un bimbo che non dorme, infatti, influenza la qualità del sonno di ogni componente della famiglia. Ma quali sono i motivi per cui ciò accade? Continua a leggere per scoprirlo.

Insonnia nei bambini, un problema insidioso

Oltre il 30% dei più piccini, sia in età prescolare che scolare, soffre di disturbi del sonno. Ma vogliamo tranquillizzarti: di rado, il quadro dipende da patologie di natura organica.

Di solito sussiste una difficoltà nella gestione autonoma della fase di pre-addormentamento. Soprattutto al giorno d’oggi, siamo sottoposti ad una quantità abnorme di stimoli sensoriali, capaci di compromettere la regolarità del riposo.

La permanenza davanti allo schermo di computer, video-giochi e TV dopo cena, quindi, non aiutano. Tutto questo porta a ripetuti risvegli notturni e a non poche difficoltà nel prendere sonno, specialmente al di sotto dei 4 anni di età.

Secondo alcune statistiche, il picco dei casi si ha tra i 18 e i 24 mesi, con regressioni spontanee a partire dai 2 anni. Tuttavia, esistono altre condizioni in cui identificare la causa scatenante: l’insonnia di tuo figlio potrebbe avere origini più profonde.

Spesso, il disturbo coincide con un distacco forzato e prematuro dal lettone o dalla figura di riferimento. Eventi come il rientro al lavoro della mamma, la sospensione dell’allattamento, l’ingresso all’asilo, la separazione dei genitori, la nascita di un fratellino possono determinarne l’insorgenza.

Regole per ritrovare un buon sonno

Premesso che non esiste una quantità definibile a priori riguardo le ore di riposo, ti suggeriamo di puntare sulla qualità degli integratori per bambini e su una buona dose di rassicurazione.

Di seguito riportiamo alcuni suggerimenti per aiutare il tuo bambino a dormire bene. Mettendoli in pratica, otterrai dei miglioramenti significativi anche nella sua resa diurna.

Agevolare la digestione

La buona regola di non appesantire lo stomaco è valida anche per i piccini. Mangiare tutti insieme alla stessa ora sarebbe l’ideale, ma la routine frenetica dei nostri giorni non sempre lo permette.

Oltre alle raccomandazioni di cenare presto e di non andare subito a letto, puoi trovare un buon compromesso nella distribuzione del cibo durante il pasto.

In genere i pediatri consigliano di dividere la cena in due momenti, nei casi in cui fosse impossibile riunirsi per un’ora ragionevole (prima delle 20.00-20.30).

Iniziare con un piatto di verdure crude dà colore alla tavola e assicura un buon apporto di acqua e di sali minerali. In più hanno un alto potere saziante e consentono di arrivare alla seconda portata senza sentire i morsi della fame.

Naturalmente, un po’ di sano buon senso non guasta mai: anche se di sera andrebbe data la preferenza ai cibi proteici, va ricordato che i carboidrati sono più digeribili. Quindi sì a un piatto di pasta o di riso dopo le 21.00, a patto di moderare le quantità e di alleggerire i condimenti.

Usare i prodotti giusti

In situazioni estreme si può ricorrere alla terapia farmacologica, ovviamente sotto stretto controllo medico. Ma prima di arrivare a soluzioni così drastiche, hai il dovere di tentare altre strade, come l’utilizzo di integratori per bambini.

Al giorno d’oggi, il mercato offre tante opportunità anche per l’età infantile. Gocce, compresse e bustine di granulato orosolubile sono i formati che puoi scegliere per conciliare il sonno del tuo bambino.

Consultando il sito web www.buona.it troverai tante referenze dall’ottimo rapporto qualità-prezzo. Per maggiori dettagli accedi da qui. In caso di dubbi, comunque, ti raccomandiamo di chiedere un parere al pediatra.

Dare spazio al dialogo e ad attività rilassanti

Vecchi sistemi come la lettura di un libro o l’ascolto di brani musicali sono particolarmente efficaci per conciliare il sonno. Ma la sera può essere un momento d’oro per riunire la famiglia e conoscere meglio tuo figlio.

Quante volte ti sarà capitato di subissarlo di domande, ma di parlare poco di te? Se lui fa parte di quella nutrita schiera di bambini che non conoscono il mestiere o la data del compleanno dei genitori, ecco che conversare diventa un’opportunità in tal senso.

Aprirti ed instaurare un dialogo dopo cena aiuta a costruire un legame forte. I figli, in fondo, non chiedono altro che tempo e attenzioni, molto più dei regali. E renderai più sereno il riposo notturno del tuo bambino.

Aumentare gradualmente i momenti in solitudine

Nell’abituare il tuo bambino a dormire nella sua stanza, sarà utile inserire e, in seguito, dilatare gli intervalli di tempo in cui starà da solo, durante la fase di pre-addormentamento.

Una volta messo tuo figlio a letto, potresti andare a lavarti i denti o preparare la tavola per la colazione, in modo da lasciargli i suoi spazi.

In questa fase di transizione verso l’autonoma gestione del sonno, una luce accesa o un pupazzetto gli permetteranno di addormentarsi più facilmente.


L’importanza degli integratori per bambini contro tensione e ansia

Tutti i bambini possono vivere situazioni di tensione, responsabili dell’insorgenza di stati ansiosi; non si tratta di vere e proprie malattie, ma soltanto di disturbi solitamente passeggeri che possono essere efficacemente risolti mediante l’assunzione di specifici integratori.

Quando utilizzare integratori bambini contro ansia e tensione

L’impiego di integratori per bambini contro ansia e tensione dipende dal fatto che le varie tappe evolutive possono evidenziare manifestazioni di un disagio psicologico di varia intensità, non sempre collegato a fattori identificabili con chiarezza.

Nella maggior parte dei casi, e fin dalla primissima infanzia, una delle più comuni cause di tensione emotiva del bambino è collegato alla separazione dalla mamma che rappresenta per lui un’indispensabile figura di riferimento.

Un altro motivo di stress psichico infantile è riconducibile alla paura del buio: alcuni bambini credono di vedere o anche di sentire pericolose minacce incombenti che non sono in grado di affrontare da soli.

Pur essendo considerate normali tappe di sviluppo del piccolo, queste tensioni possono cronicizzarsi, creando dei veri e propri stati ansiosi che provocano preoccupazione e sofferenza.

Esistono specifici integratori a base di vitamine per bambini, in grado di aiutarli efficacemente nel superamento di paure, fobie e stati di alterata percezione della realtà.

Durante l’infanzia è infatti sconsigliabile fare ricorso a farmaci ansiolitici che, a causa dei numerosi effetti collaterali, possono provocare assuefazione e disturbi di vario genere.

Sintomi dei disturbi d’ansia nei bambini

Anche se spesso sottostimati, i disturbi ansiosi infantili sono molto diffusi e possono insorgere improvvisamente con un esordio piuttosto violento, oppure gradualmente nel tempo.

In ogni caso esistono dei sintomi caratterizzanti che sono:

  • eccessiva preoccupazione: il bambino si mostra preoccupato in maniera ingiustificata in relazione ad eventi che fanno parte della sua vita, come la scuola, i rapporti con gli amici, le attività sportive, la salute (sua e dei famigliari) e il futuro in genere;
  • pessimismo: i bambini affrontano l’esistenza pensando sempre al peggio e perdendo di vista la speranza del futuro;
  • ossessioni: il soggetto trova rifugio all’ansia in particolari rituali da ripetere compulsivamente, come ad esempio lavarsi le mani oppure controllare che la porta di casa sia chiusa;
  • fobie: il bambino incomincia a mostrare paure ingiustificate verso oggetti o situazioni non pericolose, ma il cui contatto provoca in lui una profonda sofferenza;
  • isolamento: il bambino tende a stare da solo e non cerca la compagnia di amici e coetanei, isolandosi dal contesto sociale.

Come affrontare ansia e tensioni nel bambino

I bambini in ansia non sono bambini felici e pertanto è necessario cercare di rimediare tempestivamente e nella maniera più adeguata a questo tipo di disturbi infantili.

Alcuni principi attivi di origine vegetale, oltre a un giusto mix di vitamine, vengono considerati i rimedi più efficaci per risolvere problemi del genere.

In Buona studiamo e produciamo integratori alimentari, latti e alimenti per l’infanzia bio formulati in maniera specifica per migliorare il benessere dell’organismo del bambino, tenendo conto delle sue personali esigenze.

La nostra mission è orientata sull’alimentazione funzionale e sulla scienza della nutrizione, mediante l’impiego di pochi componenti, adeguatamente titolati e standardizzati.

I nostri prodotti vengono studiati con particolare attenzione al sapore, che deve essere gradito ai piccoli consumatori.

Prodotti Buona contro ansia e tensione

  • Sedactin: si tratta di un integratore naturale in gocce a base di L-teanina e vitamina B6 che contribuiscono a regolarizzare la funzionalità del sistema nervoso, migliorando le prestazioni cognitive contribuendo all’alleviamento di tensioni, stanchezza e nervosismo. In particolare, la L-teanina aiuta a tenere sotto controllo la paura immotivata e il disagio che ne consegue, mentre la vitamina B6 è da sempre considerata un’ottima alleata delle funzioni cerebrali.
  • Circadiem plus: è un integratore in bustine orosolubili a base di melatonina e di L-teanina, la cui attività sinergica facilita l’addormentamento mantenendo i fisiologici ritmi sonno/veglia nel bambino, diminuendo gli stress psico-fisici e migliorando il riposo notturno.
  • Buona circadiem: formulato in gocce, il prodotto è a base di melatonina pura, una sostanza naturalmente presente nel nostro organismo e che, se viene implementata, può contribuire a regolarizzare il ritmo sonno/veglia nel bambino. La melatonina, una sostanza di natura ormonale sintetizzata dall’epifisi, svolge la sua azione in base all’alternanza tra luce e buio in quanto la sua massima avviene durante la notte (tra le 2 e le 4) favorendo il sonno.
  • Periodar: consigliato in caso di tensioni neuromuscolari e per stabilizzare l’umore, questo integratore in compresse masticabili al sapore di fragola trova impiego anche per ridurre affaticamento e stanchezza. I suoi componenti sono magnesio e 5-idrossitriptofano, un composto derivante dall’estratto vegetale di griffonia.

Chi fosse interessato ai preparati naturali 100% italiani, studiati appositamente per l’infanzia e prodotti da Buona può visitare il portale www.buona.it.